Dove investire quando il mercato finanziario diventa volatile

Nei momenti di forte volatilità, diversificare il proprio portafoglio mediante investimenti sicuri in asset reali dal rendimento stabile costituisce una valida alternativa per salvaguardare capitali e rendite.

Avere nel proprio paniere delle opzioni di diversificazione dove investire in fasi di alta volatilità è sicuramente un’ottima strategia per beneficiare di rendite stabili e salvaguardare il proprio capitale. Infatti, ampliare la propria valutazione sui cosiddetti “investimenti alternativi”, per esempio, può permettere di apportare stabilità e sicurezza ad un portafoglio.

La diversificazione appare dunque come uno dei principi fondamentali ai quali attenersi al fine di riequilibrare l’eventuale esposizione alla volatilità dei mercati e al contempo rafforzare la solidità dei propri investimenti: un portafoglio ben diversificato e bilanciato risulterà nel complesso più stabile di uno concentrato in termini di performance. Il motivo sta nel fatto che, diversificando, si vanno a ridurre – in misura tanto maggiore quanto più è estesa la diversificazione –  i rischi legati ad una determinata categoria d’investimento.

Un corollario a questo primo principio enunciato è quello di rivolgere la propria attenzione a settori e mercati non correlati agli investimenti che attualmente si detengono in portafoglio, quando si valuta dove investire. Introdurre quindi categorie diverse come ad esempio obbligazioni, valute e beni immobili, ma anche mercati in cui non si è ancora investito. In questo modo si otterrà l’effetto di ridurre, a livello aggregato, la volatilità implementando un portafoglio d’investimento ben bilanciato.

Alla luce di questi due principi fondamentali per capire dove investire in un’ottica di diversificazione mirata a tutelare sia la rendita che la stabilità, un segmento ben delineato come il mercato Usa degli Immobili residenziali,  con focus sulle rendite da locazione può costituire un’eccellente componente di diversificazione e consolidamento. Specialmente se ci si concentra su portafogli residenziali altamente bilanciati al proprio interno attraverso una strategia d’investimento a 3 livelli di diversificazione:

  • Investire in operazioni con un valore massimo per singola proprietà non superiore ai $ 200.000
  • Investire in differenti zone degli USA (ad esempio Florida, ma anche le aree metropolitane del Nord-Est come Philadelphia, Baltimora e Detroit )
  • Investire in diverse tipologie di proprietà residenziali (Condo-residence, Villette a schiera, Unità indipendenti)

Infatti, l’immobiliare è per sua intrinseca natura un investimento meno volatile rispetto ai mercati azionari, per esempio, con tempistiche più dilatate e, se non altro, con la certezza di possedere un bene fisico reale, di cui si hanno le chiavi.

Questo è ancora più vero se ci si concentra su investimenti immobiliari residenziali, tratti da opportunità immobiliari già esistenti – perché così si elimina tutto il rischio legato allo sviluppo – ed appartenenti a categorie che per tipologia, fascia di prezzo e location sono altamente ricercati dagli inquilini.

All’interno del comparto immobiliare, infatti, il mercato locatizio USA presenta storicamente una stabilità ancora maggiore perché gli americani tendono a vivere in affitto, vuoi per motivi culturali, vuoi per ragioni di mobilità professionale. In alcune tipologie di immobili, gli inquilini in affitto superano addirittura il 90% dei residenti. Questo fenomeno sociale ha fatto sì che la domanda di immobili da prendere in affitto è rimasta fondamentalmente stabile anche in scenari economici non ottimali, tanto più nelle tipologie che offrono il giusto connubio tra appetibilità ed accessibilità (geografica ed economica). Dopo tutto, le persone hanno bisogno – sempre e comunque – di un tetto sotto al quale vivere, ed al di là di ogni considerazione ciò costituisce un ulteriore elemento di stabilizzazione.

Tornando al punto principale, perché dunque investire proprio nell’immobiliare USA? Perché gli Stati Uniti sono il primo mercato immobiliare residenziale al Mondo, con un valore di $ 33,3 trilioni. Questa vastità si traduce in una forte eterogeneità delle opzioni di investimento che permette, se ci si affida a un partner con una considerevole esperienza sul campo, di individuare costantemente nuove opportunità profittevoli in termini di rendita continuativa e plusvalenza nel tempo. Inoltre, è un mercato estremamente dinamico. Gli immobili residenziali in vendita sono infatti “solo” 1,4 milioni per una popolazione di residenti pari a 333 milioni. Questa offerta tutto sommato limitata è una costante del mercato americano che di fatto sospinge la domanda e la dinamicità del mercato in termini di tempistiche per il raggiungimento della massima plusvalenza e giorni sul mercato per concretizzare la rivendita. Basti pensare che l’offerta è praticamente in linea con quella italiana dove però i residenti sono 5,55 volte in meno. Anche per questo motivo in Italia si riesce a vendere solo 1 immobile su 3 offerti e mediamente in 7 mesi, contro gli 82 giorni necessari negli USA per vendere 1 immobile su 1.

Il business a cui aderiamo, si basa proprio su questi principi, e li sviluppa in maniera ancora più accentuata, con una diversificazione ulteriore di mete negli USA lungo tutta la costa est (Florida Baltimora Philadelphia e Detroit), in aree urbane selezionate grazie ai nostri partner in loco tra quelle più attraenti e promettenti. L’acquisizione costante di un numero elevato di immobili è diretta e in full equity. La Nostra Partneship, quindi opera come primo investitore divenendo il diretto proprietario e non l’intermediario degli immobili. Anche la valorizzazione delle unità acquisite attraverso una ristrutturazione completa e un’attenta due diligence sul titolo persegue importanti economie di scala capaci di contenere i costi. La messa a reddito avviene attraverso l’insediamento di inquilini affidabili che iniziano a pagare gli affitti, selezionati attraverso una procedura che prevede una serie di check incrociati sulla loro situazione creditizia e reddituale. Questa selezione e la successiva gestione immobiliare completa su base giornaliera viene affidata a società di property manager attentamente selezionate sul territorio in oltre 11 anni di esperienza. Solo a questo punto gli immobili vengono offerti ad investitori internazionali nella cornice di un portafoglio ben delineato con soluzioni su misura. Il vantaggio risiede nel fatto che gli investitori beneficiano di un asset che possiedono direttamente, completamente gestito e che genera dal primo giorno successivo al rogito una rendita netta annuale continua dal 6 all’11%  oltre ad un apprezzamento nel corso del tempo.

A queste caratteristiche si aggiunge poi un servizio omni comprensivo per tutta la vita dell’investimento dalla pianificazione alla gestione, fino all’exit-strategy, che contribuisce a delineare un’opzione alternativa concreta alla domanda “dove investire” in un periodo di elevata volatilità dei mercati finanziari.

“Il settore Luxury è tornato a rappresentare la scelta principe per investimenti redditizi e a basso rischio.” Così Luca Vitale della Property in The World ltd e continua “questo trend è frutto dei tassi di interesse ai minimi storici soprattutto nelle zone meno blasonate rispetto alle intramontabili città d’arte italiane, ma altrettanto interessanti per posizione ed interesse paesaggistico”.


Nella nostra bella costa (toscana) ad esempio, si possono fare ottimi investimenti per via della macchia mediterranea che conferisce a chi lo desidera, privacy e indipendenza senza rinunciare alla possibilità di servizi e collegamenti.

Dopo le speculazioni e i rigonfiamenti di prezzo a cui sono stati soggetti questi immobili negli anni passati, adesso gli immobili vengono stimati per il loro reale valore e questo rappresenta un ottima opportunità per chi compra e per chi vuole vendere nei giusti tempi.

La Property in The World ltd da anni opera nel settore luxury, in Italia e nel mondo, con professionalità e competenza e sarà lieta di affiancarti nelle tue esigenze immobiliari, contattaci!

Immobiliare: nel 2019 gli hotel e uffici hanno prodotto oltre 12 miliardi

Gli investimenti in hotel e uffici nel 2019 ha registrato numeri da record – afferma Luca Vitale della Tosco Intermedia Property in The World ltd- arrivando a generare un volume di affari per oltre 12 miliardi.

Milano come sempre, in questi ambiti fa la differenza: 4,6 miliardi di euro di investimenti, solo lei infatti ricopre il 40% del mercato.

Quest’anno -continua Vitale- ho potuto toccare con mano la concreta ripresa del settore, grazie anche al consolidato interesse degli investitori stranieri con i quali ho potuto interfacciarmi in più occasioni proprio per l’acquisto di prestigiosi hotel.

Importanti segnali anche sul fronte uffici, anche qui Milano spicca con investimenti pari a 4 miliardi circa.

Ottimi segnali – conclude Vitale- che ci spingono ad adoperarci con ancora più passione e determinazione in questo meraviglioso ambito che è il Real Estate di spessore Luxury. L’Italia è piena di meraviglie che smuovono gli interessi di investitori da ogni parte del mondo, è nostro dovere valorizzare questi capitali con il lustro che meritano.

Se cerchi un professionista per guidarti nei tuoi investimenti o possiedi un immobile da vendere, contattami!

Risalgono i canoni degli affitti ai livelli pre crisi.

Recentemente abbiamo commentato i dati positivi sull’acquisto delle case, le quali tornano ad essere vendute a prezzi più alti, come non si registrava dal 2016 – afferma Luca Vitale della Tosco Intermedia Property in the World ltd – adesso possiamo dire la stessa cosa anche  per i prezzi degli affitti.

A supporto di questa tesi arriva il rapporto sul mercato immobiliare delle locazioni turistiche in Italia 2018 redatto da Nomisma, secondo cui si registra una risalita del +3,1% cn con prezzi medi mensili dei canoni di locazione inferiori del solo 5,8% rispetto ai valori del 2009.

Gli incrementi maggiori riguardano Bologna (+9,8%), Bari (+6,9%) e Palermo (+6,8%) e Milano (+6,3%) la quale si conferma la città più cara d’Italia per quanto concerne l’abitazione arredata.

In controtendenza Roma (-4,5%), in calo anche Cagliari (-4,2%) e Napoli (-3,2%).

Catanzaro (368 euro), Perugia (409 euro) e Potenza (426 euro) sono i capoluoghi con gli affitti più a buon mercato.

Se vuoi saperne di più sulle locazioni nelle tue zone di riferimento contattami!



 

Istat: prezzi in rialzo delle case, al massimo da 2016

Stiamo assistendo ad una concreta ripresa dei prezzi delle abitazioni – afferma Luca Vitale titolare della Tosco Intermedia Property in The World ltd – e a rafforzare quanto detto, arrivano i dati Istat sul terzo trimestre 2019: +0.4% su base annua, il primo vero aumento registrato dal 2016.

Il motivo è da attribuirsi soprattutto ai prezzi delle nuove abitazioni che passano da +0.5% a +1.3%.

Dati confortanti – continua Vitale – che vanno a braccetto con la recente analisi di Nomisma che afferma che le transazioni di immobili per uso residenziale in Italia sono state in aumento rispetto allo scorso anno e anche i prezzi, per la prima volta in 10 anni, nell’ultimo semestre hanno avuto una variazione positiva nelle principali città italiane. L’incremento medio è stato dello 0,2%, con città come Milano e Bologna in decisa espansione e Roma e Palermo con prezzi ancora in deciso calo.

Vuoi scoprire l’andamento del mercato immobiliare della tua zona di riferimento? Contattami!

 

9 motivi per valutare investimenti immobiliare negli USA

Gli immobili residenziali negli Stati Uniti sono in grado di generare una rendita netta annua dal 6 all’11% e possono fruttare inoltre ulteriori importanti prospettive di rivalutazione.

Queste opportunità sono possibili grazie ad una rete di partner internazionali con più di 11 anni d’esperienza nello sviluppo e gestione d’investimenti immobiliari ad alto rendimento, e grazie a una serie di fattori:

1.    L’investimento è effettuato negli Stati Uniti d’America, dove in seguito alla crisi dei Subprime si sono presentate importanti opportunità immobiliari, ed in Dollari Americani, ancora oggi la valuta di riferimento a livello internazionale.
2.    Gli immobili sono situati nelle aree urbane a maggiore redditività e con le più interessanti prospettive di sviluppo.
3.    Le proprietà vengono acquistate in blocco dai nostri partner internazionali che le ristrutturano e, talvolta, investono anche nella riqualificazione del quartiere stesso.
4.    Gli immobili vengono dati in gestione a partner locali (property manager), che si occupano di tutte le questioni burocratiche e operative e ricercano gli inquilini per la locazione.
5.    Gli inquilini vengono selezionati attentamente in base agli alti standard statunitensi, per offrire a chi acquista una redditività immediata e continuativa nel tempo.
6.    Gli immobili acquistati, rinnovati e già locati, vengono quindi venduti agli investitori internazionali ad un prezzo inferiore fino al 30% rispetto al valore medio di mercato; essendo già locate, le proprietà generano una rendita da subito.
7.    Chi acquista è il solo e unico proprietario dell’immobile.
8.    I costi relativi alla società di property management, alle imposte di proprietà e alle eventuali spese condominiali e/o assicurative, sono esplicati nelle singole schede proprietà e già sottratti per calcolare l’effettiva rendita netta.
9.    Negli USA il regolare pagamento dell’affitto è assicurato dalle leggi locali; un esempio per tutti: occorrono in media al massimo 34 giorni per lo sfratto di un inquilino moroso.

Pensi che sia interessante? Allora prendi visione di questi nuovi immobili disponibili da oggi nella sezione del nostro sito ad essi riservata, cliccando qui!

Luca Vitale
Property in The World
Via Svizzera 221, 58100 Grosseto, ITALY

Cell. +39 33374851
Tel. +39 0564740154
Fax. +39 0564740156
info@propertyintheworld.eu
http://www.propertyintheworld.eu

L’agente immobiliare del futuro sarà iper tecnologico e multifunzionale, ecco perché

L’agente immobiliare del futuro continuerà ad essere la figura chiave che è oggi, ma in una versione 2.0. Cosa significa?

Sarà sempre più specializzato e affiancato da strumenti iper tecnologici, la sua agenzia sarà “un negozio multi servizi dove esaudire ogni necessità legata agli immobili, acquistati come abitazione o come investimento (fonte il sole24ore.it)”.

Mi trovo perfettamente d’accordo con quanto riportato dal sole24ore.it, afferma Luca Vitale titolare della Tosco Intermedia Property in the World Ltd, poiché il settore immobiliare è in rapida evoluzione e sensibile alle necessità dell’utente.

La tecnologia oggi è l’alleato di noi tutti ed è quindi normale che il cliente si aspetti strumenti all’altezza. Inoltre è la stessa legge a chiedercelo…

La Legge Europea di recente approvazione (legge 3 maggio 2019, n. 37) ha aperto il mercato prevede che oggi si possano fornire tanti servizi accessori alla sola intermediazione, senza intercorrere in conflitto d’interessi.

Fra questi servizi troviamo: ristrutturazioni, manutenzioni, gestione di check-in i check-out per quanto riguarda le locazioni e ancora gestione di polizze assicurative, concessioni di mutui ecc.

Offrire tutti questi servizi è innanzitutto una grande opportunità per i clienti che possono trovare in una sola realtà tutte le risposte alle loro domande.

Ho sempre creduto in questo modello, continua Luca Vitale, per questo motivo da anni mi impegno ad ampliare e potenziare il mio raggio di competenze, con la mission di fornire ai miei clienti, il miglior servizio possibile.

Questo è il futuro in cui credo, questo è il mio impegno,

Luca Vitale